close
corner interculturale

GIOCHI DEL TRICOLORE 2018 E LA FORZA DELLE DIVERSITÀ

bosnia 3 ok

Tutta la diversità umana è il prodotto della varietà quasi infinita delle combinazioni di geni. Noi tutti siamo formati della stessa polvere cromosomica, nessuno di noi ne possiede un solo granello che possa rivendicare come suo. È il nostro insieme che ci appartiene e ci fa nostri: noi tutti siamo un mosaico originale di elementi banali.

Jean Rostand

Jean Rostand, figlio del più conosciuto Edmond Rostand, autore di “Cyrano De Bergerac”, è stato uomo di scienza e filosofo, un pensatore protagonista del proprio tempo.

Lo sguardo scientifico di Rostand ci restituisce una prospettiva in grado di far vacillare anche l’essere umano che si prende più sul serio al mondo: siamo un mosaico di elementi, incredibile e fortuito, senza averne nè la colpa, nè il merito. Fare propria questa visione significa maturare il giusto livello di umiltà, necessario da un lato all’apertura verso l’altro, anch’egli un mosaico incredibile e fortuito, e contrario dall’altro ai confini mentali fatti di separazioni e demarcazioni (mio-tuo, normale-non normale, dentro-fuori).

Non è un caso che più l’umanità evolve, maggiormente inclusiva diventa.

È quindi fondamentale, per la crescita sociale e culturale di una comunità, fornire occasioni di scambio, di incontro e di conoscenza delle diversità, qualsiasi esse siano.

I Giochi Internazionali del Tricolore sono un’occasione imperdibile da questo punto di vista!

Nell’editoriale precedente ci siamo occupati dell’aspetto relativo alle diverse origini geografiche, e quindi culturali, delle delegazioni in arrivo. Oggi vorremmo invece evidenziare l’importanza della compresenza di atleti e volontari con diverse abilità fisiche.

Avremo tra noi infatti atleti paralimpici provenienti da paesi diversi, che si alterneranno in numerose discipline: atletica leggera, scherma, equitazione, arrampicata sportiva, judo, nuoto, tiro con l’arco e sitting volley. Tra loro, citiamo i giovani provenienti dalla Bosnia ed Erzegovina, accompagnati da Pk Spid: l’unica associazione di nuoto bosniaca che offre corsi gratuiti per bambini e adulti con disabilità.

Parteciperà una delegazione di volontari che, accompagnati dalla Cooperativa Anemos, supporteranno la segreteria organizzativa dei Giochi.

Le diverse abilità fisiche saranno anche al centro degli speech del TEDx Reggio Emilia, che avrà come contest “Sport to be inspired” e si terrà giovedì 12 luglio alle 17.30 presso il Villaggio dello Sport in Piazza della Vittoria. Il contest sarà aperto alle proposte del pubblico: chiunque abbia un’idea o un messaggio da condividere per ispirare gli altri nel segno dello sport, potrà consegnarlo nell’apposito corner tra l’8 e l’11 luglio e, se verrà selezionato, lo esporrà pubblicamente diventando uno dei protagonisti di questa speciale edizione di TEDx Reggio Emilia.

Leave a Response

20 − venti =